Il Cloud Computing cambia le regole nel Retail

 

Accenture ha pubblicato un nuovo e interessante white paper intitolato “A New Era for Retail“.

Partendo dalla considerazione che l’ampio uso delle tecnologie digitali da parte dei consumatori sta rivoluzionando il Retail in tutto il mondo, conclude che il Cloud Computing è la tecnologia più appropriata in quanto è l’unica che consente l’accesso in tempo reale a volumi enormi di dati su clienti e partners, distribuiti su diversi Cloud e on premise. Per essere più vicina ai clienti, l’IT deve guardare di più all’esterno della catena.

Nel passato molte catene hanno investito nel Front Store (POS) come fattore di differenziazione, scrivendo il software in casa o customizzando pesantemente quello di terzi, rimanendo così imprigionate in una situazione di isolamento, con costi elevati e risorse dedicate più alla manutenzione che all’evoluzione. La nuova ricerca di differenziazione nell’era del Cloud passa invece per la combinazione di servizi standard scelti da un ecosistema in continua crescita, integrandoli fra loro e con i sistemi legacy on premise (Hybrid Cloud). Il ruolo del CIO si alza di livello e si avvicina maggiormente alle strategie di business.

Il Cloud Computing, un concetto vasto e forzato dal marketing, è al tempo stesso il capolinea dell’IT tradizionale e la stazione di partenza di una IT completamente nuova. Tra le due generazioni esiste una discontinuità di paradigmi tanto profonda quanto poco percepita, come è naturale che avvenga nelle innovazioni radicali.

Il white paper passa in rassegna le diverse aree aziendali con esempi tratti dal mercato USA. A mio avviso quando parla degli 8.650 server tolti dai negozi Target e virtualizzati in un datacenter, si riferisce all’Hosting: una innovazione del secolo scorso che pur rappresentando sicuramente un passo avanti, non può essere classificata come Cloud Computing, il quale nella sua definizione contiene caratteristiche essenziali come multi-tenancy ed elasticità rapida, che richiedono una riprogettazione del software, ma assicurano un livello di scalabilità, SLA ed efficienza non raggiungibili con il software tradizionale.

Solo servizi nativi Cloud possono aprire una nuova era nell’IT per il Retail ma poiché non è certamente possibile dall’oggi al domani riscrivere tutto il software, la strada da percorrere è quella dell’Hybrid Cloud dove nuovi SaaS Cloud vengono integrati con software legacy.